Comune di Prato Carnico

Benvenuti nel sito del Comune di Prato Carnico

Ricercje svelte


< vai al contenuto centrale




La Carta Famiglia è uno strumento regionale a sostegno delle famiglie con almeno un figlio a carico le cui caratteristiche sono descritte sul sito della Regione FVG.

INTERVENTI REGIONALI

Beneficio energia elettrica 2016

Termini presenzione domanda: scaduti

Le domande possono essere presentate dai titolari di Carta famiglia al Comune di residenza dal 13 febbraio al 21 aprile 2017 calcolando il totale delle bollette emesse nel 2016 (senza computare gli importi addebitati per il canone Rai).

Gli importi massimi del beneficio sono stati fissati con la delibera di Giunta n.199 del 10 febbraio 2017.

Gli importi effettivi verranno fissati con successivo provvedimento sulla base delle domande ammissibili e delle risorse finanziarie disponibili.

Link alla pagina della Regione FVG:
http://www.regione.fvg.it/rafvg/cms/RAFVG/famiglia-casa/politiche-famiglia/FOGLIA1/#id4

 

 

 

INTERVENTI COMUNALI:

 

Accanto agli interventi regionali, anche i Comuni possono erogare dei benefici a chi possiede la Carta Famiglia.

Il Comune di Prato Carnico per il 2017 ha attivato il seguente beneficio comunale:

"CANONE SERVIZIO IDRICO 2016"
"TARI 2016"

Il beneficio è attivato per le famiglie residenti nelle quali è presente almeno 1 figlio a carico,
l'ISEE del nucleo familiare non deve essere superiore a 30.000,00 euro,
almeno uno dei genitori appartenenti allo stesso nucleo familiare è residente in Regione Friuli Venezia Giulia da almeno 24 mesi.

La richiesta di accesso va presentata in Comune entro il 30/11/2017.

Per richiedere l'accesso al beneficio è necessario essere in possesso della Carta Famiglia o richiederla in Comune sempre entro il 30/11/2017 allegando copia dell'attestazione ISEE (oppure ricevuta di presentazione della DSU).

E' richiesta la compilazione di un breve modulo dove andranno indicati:
il regolare pagamento entro i termini previsti del canone servizio idrico 2016 e della TARI 2016 relativi all'abitazione di residenza della famiglia (i pagamenti effettuati oltre la scadenza devono essere stati regolarizzati non oltre il 30/11/2017), allegando, quando richiesto, le relative ricevute.

Il contributo verr√† successivamente quantificato nel rispetto delle fasce di intervento previste dal regolamento approvato con D.P.Reg. n. 347/Pres. del 30/10/2007: se i fondi disponibili saranno sufficienti verranno applicate le seguenti percentuali massime di sconto: 20% per le famiglie con 1 figlio, 50% per le famiglie con 2 figli, 70% per le famiglie con 3 o pi√Ļ figli. Qualora invece i fondi non fossero sufficienti il beneficio verr√† applicato con preferenza al canone del servizio idrico successivamente alla TARI; se comunque i fondi non risultassero sufficienti le suddette percentuali verranno rideterminate mantenendo comunque un divario proporzionale tra le tre fasce.

 

 

pagina aggiornata il 02/11/2017