Comune di Prato Carnico

Benvenuti nel sito del Comune di Prato Carnico

Ricerca rapida


< vai al contenuto centrale




DAT - Dichiarazioni Anticipate di Trattamento

Dichiarazioni Anticipate di Trattamento (DAT)

Legge n. 219 del 22/12/2017

 

Con la Legge n. 219 del 22 dicembre 2017, comunemente nota come legge sul testamento biologico, sono state introdotte nell’ordinamento italiano “Norme in materia di consenso informato e di disposizioni anticipate di trattamento”.

La legge stabilisce che una persona maggiorenne, capace di intendere e volere, dopo aver acquisito adeguate informazioni mediche sulle conseguenze delle sue scelte, possa esprimere le proprie volontà in materia di trattamenti sanitari, nonché il consenso o il rifiuto rispetto ad accertamenti diagnostici, scelte terapeutiche e singoli trattamenti sanitari, incluse la nutrizione e l’idratazione artificiale, nel caso in cui dovesse trovarsi in stato di incapacità.

A tal fine redige le Disposizioni Anticipate di Trattamento con una delle seguenti forme:
- atto pubblico;
-  scrittura privata autenticata;
- scrittura privata consegnata personalmente all’ufficio dello stato civile del comune di residenza;
- scrittura privata consegnata personalmente presso le strutture sanitarie;

Con le Disposizioni Anticipate di trattamento il disponente nomina un fiduciario che lo rappresenterà nelle relazioni con il medico e con le strutture sanitarie. Il fiduciario accetta l’incarico con la sottoscrizione delle DAT o con dichiarazione separata da allegare alle DAT.

L’interessato può redigere le DAT nel modo che ritiene più opportuno, inserendo i propri dati anagrafici (cognome, nome, data e luogo di nascita, residenza), l’indicazione delle situazioni in cui dovranno essere applicate le DAT, il consenso o il rifiuto di specifiche misure mediche, trattamenti sanitari, accertamenti diagnostici e scelte terapeutiche, data e firma autografa.

 

L’Amministrazione comunale, con delibera di Giunta n. 75 del 23/08/2018, ha istituito il “Registro delle disposizioni anticipate di trattamento (DAT)” per la raccolta e la conservazione delle dichiarazioni anticipate di volontà in materia di trattamenti sanitari e di cure di fine vita dei cittadini residenti nel Comune di Prato Carnico, affidandone la gestione dall’Ufficio dello Stato Civile.

 

Modalità di deposito delle dichiarazioni:

- I cittadini maggiorenni capaci di intendere e volere residenti a Prato Carnico potranno, previo appuntamento concordato con l’ufficio di stato civile, consegnare le proprie DAT con le seguenti modalità:

-  La persona interessata (disponente) fissa un appuntamento per la consegna delle DAT contattando personalmente, telefonicamente o via e-mail l’ufficio di stato civile, sito in Frazione Pieria n. 69, ai seguenti recapiti: 0433 69034 int. 1, anagrafe@com-prato-carnico.regione.fvg.it.

-  All’appuntamento il disponente deve presentarsi personalmente e, se nominato, accompagnato dalla persona indicata come fiduciaria nelle DAT; tutti dovranno avere con sé un documento di identità.

-  Il fiduciario accetta la nomina attraverso la sottoscrizione della DAT o con atto successivo da allegare alla DAT e può rinunciare alla stessa con atto scritto e comunicato al disponente .

-  La DAT devono essere redatte in forma scritta e in duplice copia e vanno consegnate in busta chiusa che dovrà contenere anche fotocopia dei documenti di identità del disponente e del fiduciario.

-  L’Ufficiale dello Stato Civile trattiene una busta chiusa contenente le DAT e consegna l’altra busta al fiduciario.

-  Disponente e fiduciario compileranno e firmeranno davanti all’Ufficiale dello Stato Civile le rispettive dichiarazioni sostitutive di atto di notorietà.

-  Le DAT verranno registrate, al disponente e al fiduciario verrà rilasciata una copia delle dichiarazioni con il numero di registro assegnato e una ricevuta del deposito e della registrazione.

-   In qualsiasi momento il disponente potrà revocare l’incarico di fiduciario con le stesse modalità previste per la nomina e senza obbligo di motivazione.

-   In qualsiasi momento il disponente potrà rinnovare, modificare o revocare le proprie DAT  con le con le medesime forme indicate per la redazione.

-  Il registro e le disposizioni anticipate di trattamento saranno conservati e custoditi in armadio blindato inaccessibile al pubblico e potranno essere consegnati a richiesta e per gli usi di legge esclusivamente al disponente stesso, al fiduciario, al notaio che ha redatto l’atto e ad altre persone indicate dal disponente nella dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà connessa al deposito.

-  Le DAT sono esenti dall’obbligo di registrazione, dall’imposta di bollo e da qualsiasi altro tributo, imposta, diritto o tassa.

-          L’Ufficiale dello Stato Civile non partecipa alla redazione delle DAT, né fornisce informazioni sul contenuto.

 

 

pagina aggiornata il 13/10/2018