Comune di Prato Carnico

Benvenuti nel sito del Comune di Prato Carnico

Ricerca rapida


< vai al contenuto centrale




Procedimento Assegno maternità regionale - bonus bebè

Oggetto Assegno maternità regionale
Area tematica Contributi economici
Descrizione
Responsabile procedimento Barbara Cimenti
Unità organizzativa responsabile dell'istruttoria
Recapiti telefonici e casella istituzionale di posta elettronica 0433 60052 (Comeglians), 0433 69034 (Prato Carnico), 0433 72051 (Forni Avoltri), 0433 672020 (Ovaro), 0433 68030 (Rigolato), anagrafe@com-comeglians.regione.fvg.it, anagrafe@com-prato-carnico.regione.fvg.it, ragioneria@com-forni-avoltri.regione.fvg.it, servizi.demografici@com-ovaro.regione.fvg.it, protocollo@com-rigolato.regione.fvg.it
Termine per la conclusione (giorni) 30
In base alla norma L.R. n. 11/2006, art. 8 bis
Tempo medio effettivo di conclusione (giorni)
Uffici e Servizi Servizio Affari generali - ufficio assistenza

COS'E':
si tratta di assegni una tantum correlati alle nascite e adozioni di minori avvenute a partire dal 1° gennaio 2007.    

REQUISITI:
- la nascita o l'adozione del figlio per il quale si richiede l'assegno deve essere avvenuta a partire dal 1 gennaio 2007;
- il richiedente ed il figlio devono essere residenti in Friuli Venezia Giulia al momento della domanda;  
- almeno uno dei due genitori deve essere residente in Friuli Venezia Giulia da almeno 24 mesi (come previsto dalla L.R. 30 novembre 2011, n.16) e deve contemporaneamente appartenere ad una delle seguenti categorie: 
           essere cittadino italiano; 
           essere cittadino di Stati appartenenti all’Unione europea regolarmente soggiornante in Italia ai sensi del decreto legislativo n. 30/2007; 
           essere titolare di permesso di soggiorno CE per soggiornanti di lungo periodo  ai sensi del decreto legislativo 8 gennaio 2007, n. 3; 
           essere titolare dello status di rifugiato e dello status di protezione sussidiaria ai sensi del decreto legislativo n. 251/2007; 
           essere straniero di cui all’art.41 del d. lgs. n. 286/1998, purché residente nel territorio nazionale da non meno di cinque anni;  
- essere in possesso di attestazione I.S.E.E., con indicatore I.S.E.E. non superiore ad € 30.000,00, in corso di validità alla data di presentazione della domanda.  

  
CHI PUO' PRESENTARE LA DOMANDA:
- nel caso di genitori coniugati o non coniugati ma conviventi, indifferentemente uno dei due genitori;
- nel caso di non coniugati e non conviventi, il genitore con cui il figlio convive;  
- nel caso di genitori nei cui confronti sia stato emesso provvedimento di separazione personale dei coniugi o di scioglimento del matrimonio o di cessazione degli effetti civili del matrimonio, il genitore a cui il figlio sia stato affidato con provvedimento, anche provvisorio, dell'autorità giudiziaria o, nel caso di affidamento condiviso, il genitore con cui il figlio convive;
- nel caso in cui vi sia un unico genitore che esercita la potestà genitoriale, questo unico genitore.

IMPORTI DEGLI ASSEGNI:  
annodi nascita/ adozione 2013:
                                                  1° figlio                                       € 600,00 
                                                   figlio successivo al primo             € 810,0
                                                   gemelli / adozione contestuale     € 750,00    

TERMINE PER LA PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA:
entro 90 giorni dalla nascita/adozione (termine perentorio).    

COME PRESENTARE LA DOMANDA:
la domanda può essere consegnata al Comune in uno dei seguenti modi:
- direttamente, consegnandola all'ufficio di riferimento, all'Ufficio Protocollo durante gli orari di apertura al pubblico;
- tramite fax;
- tramite posta (ordinaria - in questo caso non c’è garanzia di ricevimento - o raccomandata);
- tramite posta elettronica “semplice” all'indirizzo dell'ufficio di riferimento o del Comune, se firmata digitalmente, oppure se scansionata con allegata la copia del documento di identità (in questo caso non c’è garanzia di ricevimento);
- tramite PEC all'indirizzo PEC del Comune interessato se firmata digitalmente, oppure se scansionata con allegata la copia del documento di identità, in questo caso l'invio ha lo stesso valore di una raccomandata AR.


INFORMAZIONI DIVERSE : 
ulteriori informazioni sul beneficio in argomento potranno essere reperite sul portale della Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia all'indirizzo http://www.regione.fvg.it/rafvg/cms/RAFVG/famiglia-casa/politiche-famiglia/FOGLIA2/.



POTERE SOSTITUTIVO IN CASO DI INERZIA DELL'UFFICIO
Comune di Comeglians: www.comune.comeglians.ud.it/Accesso-civico.6942.0.html
Comune di Forni Avoltri: www.comune.forni-avoltri.ud.it/Accesso-civico.6944.0.html
Comune di Ovaro: www.comune.ovaro.ud.it/Accesso-civico.6937.0.html
Comune di Prato Carnico: www.comune.prato-carnico.ud.it/Accesso-civico.6939.0.html
Comune di Rigolato: www.comune.rigolato.ud.it/Accesso-civico.6946.0.html;