Comune di Prato Carnico

Benvenuti nel sito del Comune di Prato Carnico

Ricercje svelte


< vai al contenuto centrale




Il tuo percorso: Tu ti cjatis chi: Comune di Prato Carnico > Il Comune

CENNI GEOGRAFICI

Panorama

La Val Pesarina a differenza della maggior parte delle valli friulane disposte in senso meridiano, è orientata in direzione est-ovest, e va dalla confluenza con la valle del Degano alla forcella Lavardet.l Degano (522 m). Il suo torrente principale, la Pesarina, non conserva lo stesso nome per tutto il percorso, si chiama rio Ampedè nel tratto iniziale, dalla sorgente alla confluenza con il rio Mimoias, torrente Ongara nel tratto successivo che arriva al rio Malino ed infine Pesarina fino all'immissione nel fiume Degano. Il fondovalle non è molto largo, ma alquanto lungo (25 km circa) e sale gradualmente e costantemente per raggiungere l'altezza massima della vetta del Creton di Clap Grande (2487 m), mentre l'altezza minima si trova alla confluenza con i

Mucche al pascolo

Contrastanti fra loro le catene di montagne che delimitano a nord e a sud la vallata. Rocciosa e frastagliata quella a settentrione a cui appartengono le cime pi√Ļ elevate della zona (monte Pleros, le crete del Fuina, di Clap Grande e di Clap Piccolo, la Creta e la Cresta Alta di Mimoias), ridente e verdeggiante quella meridionale culminante nelle cime erbose dei monti Rioda, Pieltinis e Novarza. Il territorio √® ricoperto per la maggior parte da boschi e prati e, nel versante nord, da montagne rocciose.

TERRITORIO

Come si arriva in Val Pesarina

Cartine geografiche

Da Tolmezzo, che si raggiunge percorrendo l'autostrada A23, si prosegue seguendo la Strada Statale 52 per Villa Santina. Qui si imbocca il Canal di Gorto (S.S. 355) che si risale oltrepassando Ovaro, fino al bivio con il ponte sul degano presso Entrammo (un chilometro prima di arrivare a Comeglians) ove si innesta la S.S. 465 "della Forcella Lavardet e Valle San Canciano). Per chi proviene dal bellunese la vallata è raggiungibile da Vigo di Cadore salendo fino ai 1800 metri della Sella di Razzo (S.S. 619).

Cartine geografiche