Comune di Prato Carnico

Benvenuti nel sito del Comune di Prato Carnico

Ricerca rapida


< vai al contenuto centrale




Il tuo percorso: Ti trovi qui: Comune di Prato Carnico > Notizia
sabato 29, aprile 2017 10:58 Età: 204 days

Attenzione! PERICOLO VALANGHE grado 3 MARCATO

Categoria: News

Prima di uscire per un'escursione guarda il bollettino della Regione...

 

Situazione del 28 aprile 2017 edizione delle ore 14-prossimo aggiornamento 02-05-2017 ore 14
Sulle Alpi possibili sia valanghe spontanee che provocate, anche di medie dimensioni.Stato del manto nevoso e pericolo valanghe: Le intense precipitazioni dei giorni scorsi hanno portato ingenti quantitativi di pioggia. E' nevicato solo oltre i 2200-2300 m. Non si dispone di informazioni sui quantitativi di neve depositatisi in quota. Sotto il limite neve la pioggia ha fortemente appesantito il vecchio manto nevoso dove presente. Sopra i 2000-2100 m di quota saranno possibili distacchi spontanei di valanghe di neve umida o bagnata, sia a debole coesione che a lastroni, dalle pareti e lungo i percorsi abituali, anche di medie dimensioni. Le valanghe potranno interessare anche zone non innevate poste alcune centinaia di metri al di sotto delle aree di distacco, in particolare nell'area del Canin. Sempre sopra i 2000 m di quota il distacco provocato di lastroni potrà avvenire anche con debole sovraccarico. Grado di pericolo previsto: 3 (marcato) sulle Alpi Carniche e Giulie oltre i 2000 m. Assenza di pericolo sulle Prealpi.

Previsione per sabato 29 aprile 2017, attendibilità: 70%
Sulle Alpi possibili sia valanghe spontanee che provocate, anche di medie dimensioni.Stato del manto nevoso e pericolo valanghe: Cielo poco nuvoloso con zero termico a 1800 m. Oltre i 2000-2200 m di quota la neve caduta nei giorni scorsi non risulterà ancora consolidata. Sulle Alpi, sopra i 2000-2100 m di quota, saranno possibili distacchi spontanei di valanghe, sia a debole coesione che a lastroni, dalle pareti e lungo i percorsi abituali, anche di medie dimensioni. I distacchi localmente potranno essere di fondo, in particolare alle esposizioni meridionali e durante le ore più calde anche per effetto del soleggiamento previsto. Le valanghe potranno interessare anche zone non innevate poste alcune centinaia di metri al di sotto delle aree di distacco, in particolare nell'area del Canin. Sempre sopra i 2000 m di quota il distacco provocato di lastroni potrà avvenire anche con debole sovraccarico, soprattutto alle quote più elevate. Grado di pericolo previsto: 3 (marcato) sulle Alpi Carniche e Giulie oltre i 2000 m. Assenza di pericolo sulle Prealpi.

 

 

Previsione per domenica 30 aprile 2017, attendibilità: 70%
Possibili sia valanghe spontanee che provocate, localmente anche con debole sovraccarico.Stato del manto nevoso e pericolo valanghe: Cielo variabile con zero termico a 2000 m. Il cielo sereno favorirà un certo consolidamento del manto nevoso, in particolare al mattino e fino a 2500 m di quota. Nell'area alpina con il passare delle ore e il soleggiamento saranno possibili, sopra i 2000 m di quota, distacchi spontanei di valanghe generalmente a debole coesione dalle pareti e lungo i canaloni ripidi. Le valanghe potranno ancora localmente interessare anche zone non innevate poste al di sotto delle aree di distacco. Sempre sopra i 2000 m di quota il distacco provocato di lastroni potrà avvenire localmente anche con debole sovraccarico, soprattutto alle quote più elevate. Grado di pericolo previsto: 2 (moderato) sulle Alpi Carniche e Giulie. Assenza di pericolo sulle Prealpi

Previsione per lunedì 01 maggio 2017, attendibilità: 60%
Nuove nevicate. Possibili sia valanghe spontanee che provocate, anche con debole sovraccarico.Stato del manto nevoso e pericolo valanghe: Tempo in peggioramento. Dal pomeriggio-sera possibili nuove nevicate sparse con apporti di 10cm sopra i 1500 m. Le nuove nevicate previste non modificheranno le condizioni del pericolo valanghe. Nell'area Alpina continueranno ad essere possibili scaricamenti e piccole valanghe, in particolare sopra i 2000 m di quota in tutte le esposizioni e soprattutto dal pomeriggio. Il distacco provocato di valanghe, nell'area alpina sopra i 2000 m di quota, potrà localmente ancora avvenire con debole sovraccarico, soprattutto alle quote più elevate. Sulle Prealpi i modesti apporti di nuova neve previsti non costituiranno problemi dal punto di vista valanghivo. Grado di pericolo previsto: 2 (moderato) sulle Alpi Carniche e Giulie. Assenza di pericolo sulle Prealpi.

 

 

 

Consulta il bollettino completo anche per i giorni successivi:

http://www.regione.fvg.it/asp/valanghe/welcome.asp